Green Pass: tutto quello che c’è da sapere

La Certificazione verde COVID-19 (Green Pass) è una Certificazione in formato digitale e/o cartaceo emessa dalla piattaforma nazionale del Ministero della Salute contenente un QR Code per verificarne autenticità e validità.

In Italia la Certificazione permette di accedere a strutture e altri luoghi pubblici e facilita gli spostamenti in Europa. Dal 1° luglio infatti la Certificazione verde COVID-19 è valida come EU Digital COVID certificate e permette di viaggiare da e per tutti i Paesi dell'Unione europea e dell’area Schengen. La Certificazione verde COVID-19 inoltre è richiesta per partecipare alle feste conseguenti a cerimonie civili e religiose, accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture, spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in "zona rossa" o "zona arancione".

 

Ultimi aggiornamenti per le strutture ricettive

In relazione all’accesso ai servizi di ristorazione forniti dalle strutture ricettive, le ultime indicazioni governative  introducono una distinzione tra i servizi riservati esclusivamente ai clienti della struttura e servizi aperti anche a clienti che non alloggiano nella struttura. Viene precisato che: se il ristorante è riservato ai soli alloggiati non è necessario il green pass. Se invece il ristorante è aperto anche al pubblico esterno, è richiesto il green pass a tutti, alloggiati e non. Approfondisci

 


Novità a partire dal 6 agosto 

Il DL 23 luglio 2021 prevede il possesso della Certificazione verde COVID-19, a partire dal 6 agosto 2021,  per accedere a qualsiasi tipo di servizio di ristorazione al tavolo al chiuso, spettacoli, eventi e competizioni sportive, musei, istituti e luoghi di cultura, piscine, palestre, centri benessere, fiere, sagre, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento, centri culturali e ricreativi, sale da gioco e casinò, concorsi pubblici. Approfondisci

Entra in contatto con noi.
Prendi un appuntamento o seguici sui nostri social network.

Chiudi
×