HomeFisco e LavoroPagamento con strumenti tracciati: novità della legge 160/2019 – legge di bilancio 2020 detrazione IRPEF per oneri

Pagamento con strumenti tracciati: novità della legge 160/2019 – legge di bilancio 2020 detrazione IRPEF per oneri

pagamento con strumenti tracciati

Dal 1 gennaio 2020 la Legge n. 160/2019, Legge di Bilancio 2020, con il comma 679 art. 1, ha introdotto l’obbligo di utilizzare un metodo di pagamento tracciabile al fine del riconoscimento della detrazione del 19% degli oneri indicati nell’art. 15 del TUIR e in altre disposizioni. Il successivo comma 680 individua alcune eccezioni a tale regola.

Il nuovo obbligo opera per le spese sostenute a partire dal 1 gennaio 2020.

Si tratta di un obbligo che, se non rispettato, preclude il riconoscimento della detrazione.

Si ricorda che gli oneri e spese per i quali è riconosciuta la detrazione d’imposta del 19% sono:

  • spese sanitarie (specialistiche e generiche, medicinali e veterinarie sostenute nell’anno), anche per familiari a carico;
  • assicurazioni vita/infortuni, anche per familiari a carico;
  • assicurazioni rischio non autosufficienza, anche per familiari a carico;
  • spese per abbonamenti al trasporto pubblico, anche per familiari a carico;
  • spese acquisto strumenti compensativi e sussidi tecnici informatici persone DSA;
  • spese funebri sostenute in dipendenza della morte di persone anche senza vincolo di parentela;
  • spese scuola secondaria, universitaria e di specializzazione universitaria (anche per familiari a carico);
  • spese frequenza scuole dell’infanzia, del primo ciclo di istruzione e scuola secondaria di secondo grado;
  • spese asili nido;
  • spese per attività sportive praticate dai ragazzi (5-18 anni);
  • spese per intermediazione immobiliare;
  • spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede.

Il nuovo obbligo di tracciabilità non si applica a:

  • acquisto medicinali;
  • dispositivi medici;
  • prestazioni sanitarie rese da strutture pubbliche o private accreditate al Servizio Sanitario Nazionale.

Per tutte le altre spese mediche detraibili è invece necessario pagare con mezzi tracciabili (bancomat, carte di credito, carte prepagate, bonifici, assegni bancari e circolari).

Il giustificativo della spesa unitamente alla ricevuta del bonifico o alle ricevute di transazione per i pagamenti con le carte di credito/debito dovranno essere conservati e prodotti in sede di predisposizione della dichiarazione dei redditi.

Per i pagamenti effettuati con assegno, la circolare Agenzia delle Entrate n. 13/E/2019 richiede che la modalità di pagamento risulti anche dalla ricevuta/fattura.

I nostri uffici rimangono, come sempre, a vostra disposizione. Per ulteriori chiarimenti chiama lo 0312441 (Rif. Valentina Acquavita) o scrivi a info@confcommerciocomo.it

 

 

 

 

 

Condividi
Fatture ingannevoli
Strutture ricettive