HomeImprese newsNuove procedure per il pagamento dei diritti d’autore

Nuove procedure per il pagamento dei diritti d’autore

diritti d'autore pagamento

SIAE e LEA-SOUNDREEF, con comunicazioni separate, hanno informato degli accordi presi per disciplinare il rilascio delle licenze per l’utilizzo dei repertori musicali da essi amministrati.

Il settore degli intrattenimenti è stato segmentato in due distinte aree: intrattenimenti con musica registrata e intrattenimenti con esecuzioni dal vivo.

Intrattenimenti con musica registrata

SIAE, senza soluzione di continuità, a partire dal 1° luglio 2019 rilascerà agli esercenti la licenza ed incasserà i compensi dovuti anche a LEA-SOUNDREEF in forza del mandato da questi ricevuto. Pertanto, in questo caso, nessuna modifica sarà apportata alle procedure in essere e alle modalità di pagamento dei compensi;

Intrattenimenti con esecuzioni dal vivo

L’organizzatore dell’evento (di norma l’esercente) dovrà preventivamente accertarsi da quali OGC siano amministrati i brani musicali che gli artisti intendono eseguire. Nel caso in cui tra essi figurino opere in tutto o in parte gestite da LEA-SOUNDREEF (accedi al catalogo pubblicato sul sito), è necessario:

  • Chiedere a LEA la licenza almeno tre giorni prima dell’evento;
  • Comunicare ed esibire, anche in formato digitale, a SIAE almeno due giorni prima dell’evento la licenza rilasciata da LEA;
  • Inviare in formato digitale a LEA il mod. C1 almeno due giorni prima della scadenza dei termini per il pagamento dei compensi per diritti d’autore;
  • In caso di evento gratuito: inviare a LEA almeno due giorni prima della scadenza dei termini di pagamento copia del Permesso rilasciato dalla SIAE, che per questo tipo di intrattenimenti esercita il mandato anche per conto di LEA;
  • Provvedere al pagamento ad entrambe le OGC dei compensi calcolati da ciascun OGC, eventualmente versando ad entrambi una somma a deposito.

Qualora gli esercenti non ottemperino a questa procedura, LEA richiederà il pagamento di un compenso calcolato sulla base dell’intera programmazione dell’evento, come se tutti i brani fossero amministrati da questo OGC; pagamento che quindi andrà ad aggiungersi a quello effettuato alla SIAE.

Importante

FIPE si è attivata presso l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) per far presente l’aggravio di adempimenti e di costi derivanti dalla imminente applicazione delle procedure concordate tra SIAE e LEA, nel caso in cui, nel corso di uno stesso intrattenimento con esecuzione dal vivo, vengano diffusi brani appartenenti al repertorio di entrambe le società.

L’Antitrust ha immediatamente convocato la Federazione per un’audizione, nel corso della quale sono stati ampiamente esposti i motivi per i quali si ritiene che le procedure proposte non tengano in alcun conto la realtà effettiva delle piccole imprese che di norma gestiscono locali nei quali vengono organizzate esecuzioni dal vivo. La FIPE ed il SILB sono stati invitati da LEA ad un incontro che avrà luogo nella seconda metà di luglio, mentre a breve è previsto un incontro con SIAE.

In attesa di verificare la possibilità di ridefinire le procedure comunicate da SIAE e LEA, si invitano gli associati di far verificare agli artisti che nel frattempo si esibiranno dal vivo nei loro locali e di far dichiarare, sotto la loro responsabilità, che i brani eseguiti appartengano esclusivamente al repertorio dell’una o dell’altra società. In questo modo è possibile evitare di dover richiedere due permessi per lo
stesso evento musicale dal vivo.

Gli uffici rimangono a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione (0312441 – info@confcommerciocomo.it Rif. Jessica Mari).

COMUNICAZIONE SIAE

COMUNICAZIONE LEA

Condividi
Videosorveglianza as
ISA: L’Agenzia del