HomeImprese newsCovid, nuove regole per gli ingressi in Italia – Ordinanza del Ministro della salute

Covid, nuove regole per gli ingressi in Italia – Ordinanza del Ministro della salute

ingressi in italia

ingressi in italiaAl fine di contrastare l’ulteriore diffondersi dell’epidemia, è stata pubblicata una nuova ordinanza – milanuncio ciudad real valida fino al 6 aprile -  che prevede specifiche disposizioni per gli ingressi in Italia. 

Per tutti coloro che intendono entrare in Italia, avendo soggiornato o transitato nei 14 giorni precedenti nei Aleksandrovsk Paesi e territori indicati nell’Elenco C dell’Allegato 20 del DPCM del 2 marzo u.s. (Paesi UE, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra e Principato di Monaco) un periodo di http://eric-oger.com/?liftvdome=agence-rencontre-femme-est&4bd=e5 isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria di 5 giorni, presso la propria abitazione o dimora, nonché ad un ulteriore test molecolare o antigenico al termine di tale periodo. Questo indipendentemente dall’esito del test a mezzo di tampone che sono già tenuti ad effettuare all’ingresso in Italia.

Tali disposizioni, in assenza di insorgenza di sintomi da Covid-19 non trovano applicazione nei seguenti casi:

  • per il personale viaggiante e l’equipaggio dei mezzi di trasporto;
  • per gli spostamenti da San Marino e dal Vaticano
  • per gli ingressi per motivi di lavoro regolati da protocolli di sicurezza approvati
  • per gli ingressi per ragioni non differibili approvati dal Ministero della Salute con attestazione di tampone negativo effettuato entro le 48 ore precedenti
  • per i soggiorni brevi, entro 120 ore, per motivi di lavoro, salute o urgenza
  • per transiti con mezzo privato di durata non superiore a 36 ore
  • per il personale sanitario in ingresso per l’esercizio di funzioni sanitarie
  • per il personale di imprese che si reca all’estero per un periodo non superiore a 120 ore, per motivi di lavoro
  • per i funzionari e gli agenti dell’UE o di organizzazioni internazionali, i diplomatici, militari e le forze di polizia, nell’esercizio delle rispettive funzioni
  • per gli alunni e studenti di corsi in altri Paesi
  • per gli ingressi mediante voli “Covid teted”
  • per gli ingressi per partecipare a competizioni sportive di interesse nazionale.

Confermate le altre indicazioni fornite dagli articoli 49, 50, 51 e 57 comma 2 del DPCM 2 marzo u.s., in tema di spostamenti da e verso l’estero, obblighi di dichiarazione all’ingresso in Italia, obblighi di isolamento e sorveglianza sanitaria e test, e particolare disciplina per gli spostamenti da Regno Unito, Brasile, e Austria.

Gli uffici rimangono a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione (0312441 – info@confcommerciocomo.it Rif. Jessica Mari).

Condividi
Registratori telemat
Superbonus 110%" e a