HomeImprese newsContinua la Fase 2, nuove riaperture e disposizioni con l’ordinanza di Regione Lombardia del 29 maggio

Continua la Fase 2, nuove riaperture e disposizioni con l’ordinanza di Regione Lombardia del 29 maggio

fase 2 lombardia

Regione Lombardia con Ordinanza 555 del 29 maggio 2020 ha deliberato  la riapertura delle  seguenti attività:

Dal 1° giugno 2020

  • centri massaggi, centri di abbronzatura, tatuatori
  • piscine,
  • palestre,
  • parchi tematici e di divertimento,
  • circoli culturali e ricreativi,
  • svolgimento di prove e attività di produzione di spettacoli dal vivo, in assenza di pubblico
  • fiere e attività itineranti

Dal 15 giugno 2020

  • attività di spettacolo, cinema e teatri
  • servizi per l’infanzia e l’adolescenza

L’ordinanza regionale del 29 maggio conferma  l’obbligo di indossare mascherine o qualsiasi altro indumento a protezione di naso e bocca, anche all’aperto, tranne nel caso di intense attività motorie o sportive; Fino al 14 giugno confermate le prescrizioni e raccomandazioni già previste per i datori di lavoro dall’Ordinanza n. 547 del 17 maggio 2020, tra cui l'obbligo di misurazione della temperatura di tutti i dipendenti e comunicare tempestivamente i casi sospetti all’ATS di riferimento; La misurazione della temperatura dei clienti / utenti è fortemente raccomandata, mentre diventa obbligatoria in caso di accesso ad attività di ristorazione con consumazione al tavolo e per l'accesso ai parchi tematici, faunistici e di divertimento.

RISTORAZIONE 

Nelle attività di ristorazione, viene soppresso l’obbligo della distanza di 1 metro tra i tavoli, ma solo per i membri dello stesso gruppo familiare  o dei conviventi e nel caso di accompagnamento di minori di anni sei o di persone disabili. In tutti gli altri casi i tavoli devono essere disposti in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti, distanza può essere ridotta ricorrendo a barriere tra i diversi tavoli adeguate a prevenire il contagio.

Ancora raccomandato l’utilizzo del l’app “AllertaLom” compilando il questionario “CercaCovid”.

COMMERCIO AL DETTAGLIO 

Nell’Ordinanza inoltre è stata privilegiata la rigorosa igiene delle mani con acqua e sapone o soluzioni idro-alcoliche igienizzanti, in considerazione di un errato utilizzo dei guanti. Per il commercio al dettaglio in sede fissa o su aree pubbliche, nel caso di acquisti con scelta in autonomia da parte del cliente, l’utilizzo dei guanti monouso non sarà più indispensabile, ma dovrà essere resa obbligatoria la disinfezione delle mani prima della manipolazione della merce. In alternativa, dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente.

SCARICA le linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive a cura di Regione Lombardia (aggiornate al 29 maggio 2020)

 

Condividi
Legionella: prevenzi
Modifiche Decreto N.