HomeFinanziamentiBando Safe Working: interventi di digital business – dehors e scadenza 30/11/2020

Bando Safe Working: interventi di digital business – dehors e scadenza 30/11/2020

safe working

Con delibera di Giunta n. 3627 dell’1/10/2020 sono stati modificati i criteri per la misura Safe working – Io riapro sicuro integrando nella parte “interventi ammissibili” quelli relativi al digital business ossia sistemi di digitalizzazione di strutture e processi finalizzati a ridurre la diffusione dell’epidemia da Covid-19 e cogliere le nuove opportunità di digitalizzazione del business nello scenario post pandemico.

Sono ammissibili spese per interventi connessi alle seguenti voci in conto capitale:

  • strumenti, software, attrezzature digitali destinati agli spazi di contatto e alle relazioni a distanza con i clienti/utenti (totem interattivi, camerini e vetrine digitali, sistemi di pagamento, creazione e gestione catalogo, gestione promozioni/sconti/saldi con barcode/qrcode o altri tool digitali...);
  • hardware e software per migliorare la gestione del magazzino ivi incluse le piattaforme per la distribuzione degli ordini e per la gestione della relazione a distanza con i fornitori;
  • hardware (pc fisso o portatile, tablet, etc) e software per la formazione a distanza e per favorire il lavoro in presenza attrezzando gli spazi nel rispetto distanziamento sociale;
  • hardware e software per la gestione degli ordini anche tramite gestionali, piattaforme B2B, B2C e CRM;
  • software per gestire l’attività d’impresa in forma virtuale anche con strumenti di realtà aumentata e integrazione CRM retail;
  • spese di installazione relative alle voci precedenti.

Sono ammissibili le seguenti spese in parte corrente:

  • spese per canoni e utenze di software e piattaforme digitali anche per la formazione a distanza;
  • servizi di formazione per l’utilizzo di strumenti, attrezzature e software acquistati nell’ambito dell’intervento realizzato;
  • spese per la progettazione delle piattaforme di cui alle spese in conto capitale;
  • spese di consulenza, comunicazione e promozione per gli interventi di digital business legate alle realizzazioni degli investimenti oggetto di contributo;
  • spese per la progettazione delle strutture temporanee all’esterno dei locali d’esercizio legate alla realizzazione degli investimenti oggetto di contributo.

A tale ultimo proposito è stato specificato che sono ammissibili anche le attrezzature e le strutture finalizzate a consentire il pieno utilizzo degli spazi esterni nella stagione fredda (es: stufe per esterni, lampade infrarossi…).

Le imprese che hanno già presentato la domanda di contributo alla data di pubblicazione della deliberazione regionale potranno integrarla con un’ulteriore richiesta per gli interventi di digital business nei limiti dei massimali già previsti dal bando.

Infine, il temine ultimo di trasmissione delle istanze di agevolazione corredate dalla rendicontazione delle spese sostenute è stato prorogato sino al prossimo 30 novembre.

Si ricorda che possono partecipare le imprese aventi codici ATECO delle attività già indicate nei precedenti allegati 1 e 2 (vedi articolo seguente)

Pubblicato il bando Safe Working – Io riapro sicuro

 

A breve Unioncamere Lombardia pubblicherà l’integrazione del bando e la documentazione necessaria per partecipare.

Per qualsiasi informazione rivolgersi agli Uffici di Confcommercio Como allo 031/2441 o info@confcommerciocomo.it (Rif. Katia Milani).

POST TAGS:
Condividi
Move In - Per gli E
TheFork Pay diventa