HomeFinanziamentiBANDO “RINNOVA VEICOLI 2019-2020” Contributi per la sostituzione di autoveicoli inquinanti a favore delle PMI

BANDO “RINNOVA VEICOLI 2019-2020”
Contributi per la sostituzione di autoveicoli inquinanti a favore delle PMI

bando rinnova veicoli

finanziamenti rinnovo veicoliLa Giunta regionale ha disposto la chiusura anticipata del bando rinnova veicoli alla data del 9 ottobre e, contestualmente, ha approvato l’apertura del nuovo che sarà avviato il 16 ottobre prossimo e terminerà il 30 settembre 2020 alle ore 10.00. Come anticipatovi i soggetti beneficiari saranno le PMI, aventi sede operativa in Lombardia che radiano:

  • per demolizione un veicolo a benzina fino a Euro 2/II incluso o diesel fino a Euro 5/V incluso;
  • per esportazione all’estero un veicolo diesel Euro 3/III, Euro 4/IV o Euro 5/V;

acquistando per il trasporto di persone o merci, in conto proprio o in conto terzi, anche nella formula del leasing finanziario un veicolo di categoria M1, M2, M3, N1, N2 o N3 in grado di garantire zero o bassissime emissioni di inquinanti.

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto variabile in base alla categoria di mezzi, alla classe emissiva e al livello di emissioni prodotte secondo determinate tabelle.

Le case costruttrici mettono a disposizione dei concessionari gli elenchi degli autoveicoli incentivabili, evidenziando per ogni modello il rispettivo importo di contributo attribuibile in base alle emissioni verificate in fase di omologazione.

La data di acquisto di ogni mezzo e quella di immatricolazione devono essere successive alla data di richiesta del contributo.

Non è ammissibile la spesa tramite noleggio e neppure gli acquisti di veicoli già immatricolati cosiddetti “a KM 0”.

Il bando potrà essere chiuso prima della data suindicata in caso di raggiungimento delle richieste di contributo pari alla dotazione finanziaria maggiorata del 10%.

Il contributo è concesso con una procedura valutativa a sportello con prenotazione delle risorse, in finestre temporali di 30 giorni, secondo l’ordine cronologico di invio telematico della domanda.

Condividi
Fattura elettronica
Comunicazione digita