HomeFisco e LavoroFisco NewsAuto aziendale, stangata da 513 milioni per 2 milioni di lavoratori dipendenti: ecco chi paga

Auto aziendale, stangata da 513 milioni per 2 milioni di lavoratori dipendenti: ecco chi paga

auto aziendale

motorizzazione-auto aziendaliLa manovra fiscale 2020 mette nel mirino l'auto aziendale e i lavoratori dipendenti che usufruiscono di questo benefit aziendale. La stangata varrà mezzo miliardo di euro (513 milioni di euro per l’esattezza) e inciderà su due milioni di lavoratori dipendenti. Ma rappresenta anche un duro colpo all’intero settore auto.

Tasse triplicate

Nella bozza del disegno di legge di bilancio è infatti prevista una misura che triplica le tasse sull'auto aziendale. Tassa che sarà evidentemente a carico dei clienti. Il provvedimento, per come è scritto attualmente, riguarda sia auto ibride che elettriche, ovvero tutti i mezzi circolanti, al di là dell’impatto su inquinamento e ambiente, anche se la misura doveva servire a «promuovere la sostenibilità dell’ambiente».

Chi viene esentato

Dal prossimo gennaio, lo sconto al 30% varrà solo per i veicoli in uso «ad agenti e rappresentanti di commercio». Per tutti gli altri beneficiari, i mezzi in «fringe benefit» saranno calcolati per il loro valore «pieno», sulla base di una percorrenza convenzionale di 15 mila chilometri annui e ai costi chilometrici delle tabelle Aci entro il 30 novembre. Al tempo stesso sale l’imponibile Irpef. Così anche le aziende pagherebbero più contributi.

Gli effetti sulle immatricolazioni

La batosta colpirà anche le auto ibride ed elettriche perché la norma, pur essendo «ecologica» alla fine non fa alcuna distinzione. Risponde cioè a criteri di cassa, con il governo che punta a raccogliere più entrate fiscali. E rischia di pesare sull’intero mercato dell’auto tenuto a galla dalle auto aziendali, che rappresentano il 40% delle nuove immatricolazioni. I guai maggiori, in particolare, saranno per i noleggi a lungo termine.

Condividi
Fiere internazionali
Chiarimenti Agenzia