HomeImprese newsTax credit strutture ricettive: entro il 23 maggio le modalità operative

Tax credit strutture ricettive: entro il 23 maggio le modalità operative

tax credit strutture ricettive

tax credit strutture ricettiveRicordiamo alle imprese ricettive che per gli anni 2014, 2015 e 2016, è riconosciuto un credito d’imposta del 30% dei costi sostenuti per gli investimenti e attività di digitalizzazione.
Il credito è ripartito in tre quote annuali di pari importo.
L’importo totale massimo delle spese eleggibili è paria a € 41.666 per ciascun soggetto ammesso al beneficio, che di conseguenza potrà fruire di un credito d’imposta complessivo massimo pari a € 12.500.

Entro il prossimo 23 maggio il MIBACT fornirà informazioni sulle "modalità telematiche" per la presentazione delle domande (a sportello e in ordine cronologico) e indicherà la data a partire dalla quale le domande di ammissione al credito d'imposta potranno essere presentate.

Ricordiamo di seguito l'elenco delle spese ammesse:

  • spese per impianti wifi;
  • spese per siti web ottimizzati per il sistema mobile;
  • spese per programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti, purché in grado di garantire gli standard di interoperabilità necessari all'integrazione con siti e portali di promozione pubblici e privati e di favorire l'integrazione fra servizi ricettivi ed extra-ricettivi: acquisto software; acquisto hardware (server, hard disk);
  • spese per spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e piattaforme informatiche specializzate, anche gestite da tour operator e agenzie di viaggio;
  • spese per i servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale;
  • spese per strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità;
  • spese per i servizi relativi alla formazione del titolare o del personale dipendente (docenze e tutoraggio).

SCARICA LE SLIDE Tax credit

Condividi
Inail: domanda di ri
La Provincia di Como