HomeFinanziamentiRevisione dei criteri del bando per la concessione di contributi finalizzati alla partecipazione delle PMI a fiere internazionali in Lombardia

Revisione dei criteri del bando per la concessione di contributi finalizzati alla partecipazione delle PMI a fiere internazionali in Lombardia

iniziative di promozione turistica

iniziative di promozione turisticaLa giunta regionale ha approvato le modifiche ai criteri del bando per la concessione di contributi alla MPMI che intendono partecipare a fiere internazionali. Le principali variazioni riguardano: l’ampliamento dei soggetti beneficiari, prevedendo la possibilità anche per gli “espositori abituali di poter fruire delle agevolazioni; la riduzione dell’investimento minimo che passa dagli originari 8.000 euro agli attuali 6.000 euro; l’inserimento tra le spese ammissibili anche quelle di comunicazione in una percentuale massima del 20%.

Infine, la revisione delle percentuali di contributo così determinate:

1) nuovi espositori - laddove l’impresa richiedente, relativamente a tutte le fiere indicate in progetto, non abbia partecipato: nelle precedenti 3 edizioni, per le fiere con cadenza annuale o inferiore o nelle precedenti 2 edizioni per le fiere con cadenza biennale o superiore, l’agevolazione è concessa fino a un massimo di 15.000 euro con la seguente intensità: 50% delle spese ammissibili nel caso di partecipazione ad una sola fiera, mentre 60% delle spese ammissibili, qualora abbia partecipato a due o più fiere, incluse diverse edizioni della stessa fiera;

2) espositori abituali – laddove l’impresa richiedente, relativamente ad almeno un delle fiere indicate nl progetto, abbia già partecipato nelle precedenti 2 o 3 edizioni, a seconda della cadenza della fiera, l’agevolazione è concessa fino a un massimo di 10.000 euro con la seguente intensità di aiuto: 40% delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione ad una sola fiera, mentre 50% delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione a due o più fiere, incluse diverse edizioni della stessa fiera;

3) premialità – l’intensità di aiuto massima concedibile, sia nel caso di nuovi espositori che di espositori abituali, è incrementata di: + 5% qualora si tratti di microimpresa; + 5% in caso di start up (iscritta al Registro imprese e attiva da non più di 24 mesi).

L’intensità di aiuto massima concedibile risulta pertanto pari al 70% delle spese ammissibili per i nuovi espositori e al 60% per gli espositori abituali.

Sono ammissibili le spese per la partecipazione a fiere con qualifica internazionale, inserite nel calendario fieristico regionale, approvato annualmente con decreto, e che si svolgano in Lombardia. Ogni domanda può prevedere la partecipazione a una o più fiere, intese come fiere distinte o come diverse edizioni della stessa fiera. E’ ammessa la sola partecipazione come espositore diretto titolare dell’area espositiva e non come co-espositore o impresa rappresentata. Sono ammissibili fiere che abbiano data di inizio nel periodo compreso tra il 1° settembre 2020 e il 31 dicembre 2022. In caso di domande già ammesse a valere sulla prima edizione del bando, qualora le fiere in esse indicate fossero state posticipate da parte dell’organizzatore, queste restano ammissibili purché si svolgano entro il 31 dicembre 2022. Il temine ultimo per la realizzazione delle attività, il sostenimento delle spese e la rendicontazione da parte del beneficiario è il 31 marzo 2023, non prorogabile. Le domande dovranno essere presentate esclusivamente in via telematica sulla piattaforma Bandi on-line e saranno selezionate tramite una procedura valutativa a sportello.

Il bando attuativo sarà pubblicato a settembre, non appena avremo notizie vi terremo aggiornati.

Condividi
Approvata deroga al
Bando voucher digita