HomeFisco e LavoroRT e assenza di connessione

RT e assenza di connessione

registratore telematico

I soggetti che effettuano operazioni di commercio al minuto ed attività assimilate per le quali non è obbligatoria l’emissione della fattura elettronica dovranno certificare i corrispettivi tramite memorizzazione e trasmissione telematica degli stessi all’Agenzia delle Entrate.

Al fine di adempiere al nuovo obbligo è necessario dotarsi di un registratore di cassa telematico con la capacità di connettersi ad una linea internet.

La memorizzazione e la trasmissione telematica dei corrispettivi deve essere giornaliera, alla chiusura di cassa lo stesso registratore telematico trasmette in modo automatico i dati all’Agenzia delle Entrate.

Il commerciante deve solo verificare che in quel momento ci sia una connessione internet attiva.

Nel caso in cui la connessione dati sia assente l’esercente potrebbe non accorgersi che il flusso dei dati non è partito.

In questo caso si ha tempo 12 giorni per provvedere alla trasmissione dei dati. Si può procedere in due modi: tramite la riconnessione del registratore telematico alla linea internet (sarà lo stesso a ritrasmettere il file automaticamente) ovvero copiare il file dei corrispettivi su un supporto esterno e caricarlo manualmente nella procedura Fatture e Corrispettivi.

E quando il commerciante è in ferie?

Non sarà necessario effettuare alcuna registrazione sul registratore telematico, ma sarà quest’ultimo che al momento della prima trasmissione dei corrispettivi della giornata di apertura comunicherà anche le giornate di chiusura.

Condividi
Corrispettivi elettr
Tante soluzioni per