HomeImprese newsNuova ordinanza Regione Lombardia del 16/10 e nuovo DPCM del 18/10 – cosa prevedono?

Nuova ordinanza Regione Lombardia del 16/10 e nuovo DPCM del 18/10 – cosa prevedono?

nuova ordinanza regione lombardia

Regione Lombardia, in considerazione della continua crescita a livello regionale dei contagi da Covid-19, con la nuova ordinanza n. 620 del 16/10/2020   valida fino al 06/11/2020 ha revocato l'Ordinanza n. 619 del 15/10/2020.

Inoltre con l'entrata in vigore del DPCM 18 ottobre 2020 valido fino al 13 novembre 2020, il Presidente del Consiglio dei Ministri ha integrato le misure per il contenimento del rischio epidemiologico Covid 19 previste nel precedente decreto del 13 ottobre.

Per gli aspetti non diversamente disciplinati dall’Ordinanza n. 620 di Regione Lombardia, è necessario attenersi a quanto previsto dal DPCM sottoscritto il 18 ottobre.

Cosa prevedono L'Ordinanza del 16 ottobre e il Decreto del 18 ottobre per le attività? (IN ATTESA DELLA NUOVA ORDINANZA DI REGIONE LOMBARDIA CHE POTREBBE ENTRARE IN VIGORE DAL 22 OTTOBRE)

ATTIVITA' DI RISTORAZIONE

L'ordinanza di Regione Lombardia prevede per: bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, rosticcerie, pizzerie, chioschi di svolgere l'attività sino alle ore 24.00, ad esclusione degli esercizi situati lungo le autostrade e nelle aerostazioni. Dopo le ore 18.00 il consumo di alimenti e bevande è consentito solo se servito al tavolo. Dalle ore 18:00 alle ore 5:00 è vietata la vendita d'asporto di bevande alcoliche. Rimane sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio di alimenti e bevande non alcoliche fino alle ore 24:00.

Nuovo cartello obbligatorio

Il DPCM 18 ottobre 2020  inoltre ha previsto per le attività di ristorazione: bar, pub, ristoranti (compresi i ristoranti delle attività ricettive), gelaterie, pasticcerie, rosticcerie, pizzerie, chioschi, un numero massimo di 6 persone che possono sedersi allo stesso tavolo e introdotto l’obbligo di esporre un cartello con l’indicazione del numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nei locali, in base ai protocolli di sicurezza.

E' possibile richiedere il cartello chiamando lo 0312441 o scrivendo a info@confcommerciocomo.it

VENDITA ALCOLICI

E’ vietata la vendita per asporto di qualsiasi bevanda alcolica da parte di  esercizi pubblici, degli esercizi commerciali e delle attività artigianali dalle ore 18.00.

Distributori automatici (h24): chiusi dalle 18.00 alle 6.00 i distributori automatici che distribuiscono bevande e alimenti confezionati, con affaccio sulla pubblica via ad esclusione dei distributori automatici di latte e acqua.

CONSUMO ALIMENTI E BEVANDE SU AREE PUBBLICHE

Vietata dalle 18.00 alle 6.00 la consumazione di alimenti e bevande su aree pubbliche.
Sempre vietato il consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione nelle aree pubbliche compresi parchi, giardini e ville aperte al pubblico.

SLOT MACHINES

Sospese le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo; sospeso il gioco tramite  dispositivi elettronici del tipo “slot machines”, all’interno degli esercizi pubblici, degli esercizi commerciali e di rivendita di monopoli;

SPORT DI CONTATTO

Sospesi gli sport di contatto dilettantistici a livello regionale e locale. Sospese tutte le gare, le competizioni e le altre attività, anche di allenamento, degli sport di contatto (rif. provvedimento Ministro dello Sport 13/10/2020) , svolti a livello regionale o locale ‒ sia agonistico che di base dalle associazioni e società dilettantistiche.

Inoltre per quanto riguarda:

Istruzione: Le scuole secondarie di secondo grado e le scuole professionali di secondo grado devono organizzare le attività in modalità alternata tra distanza e presenza, escluse le attività di laboratorio.
Alle  Università viene raccomandato di promuovere la didattica a distanza

Accesso alle RSA: vietato l’accesso da parte di familiari/caregiver e conoscenti , salvo autorizzazione del responsabile medico ovvero del Referente COVID-19 della struttura stessa.

I sindaci possono adottare ulteriori misure restrittive, anche in relazione al divieto assoluto di assembramento, e devono assicurare massima collaborazione ai fini del controllo sul rispetto delle presenti misure.

SCARICA GLI ALLEGATI ALL'ORDINANZA N.620

Allegato 1 all’Ordinanza 620 (linee guida per le attività)

Allegato 2 all’Ordinanza 620 (partecipazione a eventi e competizioni sportive)

 

Il DPCM del 18 ottobre 2020 prevede inoltre:

  • sospesi tutti i convegni e i congressi in presenza fisica, ma consentiti in modalità a distanza;
  • confermato l’obbligo di portare sempre con sé la mascherina e di indossarla nei luoghi chiusi e in tutti luoghi all'aperto in cui non sia possibile garantire "l'isolamento" rispetto a persone non conviventi; esclusi dall'obbligo chi pratica attività sportiva, i bambini sotto i 6 anni, i soggetti con patologie e disabilità incompatibili con l'uso della mascherina. Raccomandato l'utilizzo anche all'interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi;
  • confermata la sospensione delle attività all’interno di sale da ballo, discoteche sia all'aperto che al chiuso;
  • divieto di svolgere feste in tutti i luoghi, sia all'aperto che al chiuso; per le feste connesse a cerimonie civili o religiose, possono svolgersi con la partecipazione massima di 30 persone nel rispetto delle linee guida;
  • sarà possibile disporre, dopo le 21.00, la chiusura al pubblico di vie o piazze nei centri urbani ove si possono creare assembramenti, consentendo l’accesso solo agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private

Scarica:

Allegato DPCM 18/10/2020

 

Fioristi: azioni a t
Storiche Attività: