HomeImprese newsProvvedimenti in vigore da martedì 14 aprile – DPCM 10 aprile, Ordinanza 528 Regione Lombardia

Provvedimenti in vigore da martedì 14 aprile – DPCM 10 aprile, Ordinanza 528 Regione Lombardia

ordinanze regione lombardiaCon il DPCM 10 aprile 2020  il Presidente del Consiglio Conte dispone la proroga fino al 3 maggio delle misure restrittive per il contenimento dell'emergenza Covid-19. Nello stesso DPCM si prevede l'apertura di cartolerie, librerie, negozi di vestiti per bambini e neonati dalla giornata di  martedì 14 aprile.

Con l'Ordinanza-528, dell'11 aprile, Regione Lombardia, in base alla considerazione che il dato epidemiologico regionale è di gran lunga superiore al dato nazionale, impone l’adozione ed il mantenimento sul territorio lombardo di misure specifiche e più restrittive.

COMMERCIO AL DETTAGLIO

In provincia di Como, pertanto, restano invariati i provvedimenti riguardanti gli spostamenti, presenza di persone in luoghi pubblici e attività all’aperto e sportive; inoltre, per il commercio al dettaglio viene consentita la vendita di articoli di carta, cartone, cartoleria e forniture per ufficio, nonché libri e fiori e piante, ma esclusivamente negli ipermercati e nei supermercati. Resta consentita la vendita a distanza (telefono, internet, ecc.) e la consegna a domicilio per tutte le categorie merceologiche.

Consentita, invece, l’apertura degli esercizi di commercio al dettaglio di vestiti per bambini e neonati.

Salvo alcuni generi, come acqua potabile (c.d Case dell'acqua), latte sfuso, generi di monopolio, prodotti farmaceutici e parafarmaceutici, nonché i distributori automatici presenti all’interno degli uffici, delle attività e dei servizi che in base ai provvedimenti statali possono continuare a restare in funzione, è vietata la vendita per mezzo di distributori automatici

Apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni, nonché per l’illuminazione, ferramenta, vernici, materiale elettrico e termoidraulico non possono essere posti in vendita nei festivi e prefestivi.

Sono sospesi i mercati scoperti e le fiere, sia per il settore alimentare che non alimentare, mentre possono aprire i mercati coperti.

Misure di prevenzione

Negli esercizi commerciali al dettaglio, di cui è consentita l’apertura, devono essere messi a disposizione dei clienti guanti monouso e soluzioni idroalcoliche per le mani ed è, inoltre, raccomandata la rilevazione della temperatura corporea dei clienti e del personale in ipermercati, supermercati, discount di alimentari e farmacie.

RISTORAZIONE

La ristorazione è consentita solo con consegna a domicilio rispettando le norme igienico sanitarie per confezionamento e trasporto, mentre la somministrazione di alimenti e bevande è consentita solo nell’ambito di strutture della Pubblica amministrazione, istituti penitenziari, strutture sanitarie e sociosanitarie e di sostegno alle fasce fragili della popolazione.

Le attività professionali devono essere svolte in modalità di lavoro agile, fatti salvi gli specifici adempimenti relativi ai servizi indifferibili ed urgenti o sottoposti a termini di scadenza.

STRUTTURE RICETTIVE

Negli alberghi e strutture simili resta sospesa l’accoglienza e la permanenza degli ospiti, tuttavia, tali strutture possono rimanere in servizio per esigenze collegate alla gestione dell’emergenza.

MATERIALE UTILE

SI RACCOMANDA DI APPLICARE RIGOROSAMENTE LE MISURE DI PREVENZIONE IGIENICO SANITARIA (di cui agli allegati 4 e 5 del DPCM 10 aprile 2020). Scarica i relativi cartelli allegato 4 ( sfondo blu  o sfondo bianco ) allegato 5  ( sfondo blu o sfondo bianco  )  ed esponili per una più ampia diffusione possibile.

Condividi
SCF - Proroga pagame
Comunicazione prosec