HomeImprese newsOttici: dal 14 novembre è obbligatorio gestire le “opposizioni” SistemaTS e 730 precompilato

Ottici: dal 14 novembre è obbligatorio gestire le “opposizioni” SistemaTS e 730 precompilato

dichiarazione dei redditi-730
730-TS

730-TS

Ottici: dal 14 novembre è obbligatorio gestire le "opposizioni" SistemaTS e 730 precompilato

A partire dal 14 novembre 2016, con l’entrata in vigore del DM relativo all’invio dei dati al Sistema TS, anche i Centri ottici sono obbligati a gestire le eventuali “opposizioni” manifestate dai propri clienti.

Per tutelare la propria privacy o gestire “autonomamente” la propria dichiarazione dei redditi, ogni consumatore può difatti richiedere, di non avvalersi del Centro ottico per l’invio dei dati delle proprie spese sanitarie al Sistema TS, facendo pertanto opposizione.

L’opposizione, da parte del cliente, può essere esercitata in due diverse modalità a seconda del tipo di documento fiscale emesso dal Centro ottico:

  • Scontrino, NON COMUNICANDO il proprio codice fiscale o non esibendo la propria tessera sanitaria; In questo caso il Centro ottico, nel caso di spese detraibili, non emetterà uno scontrino parlante ma un semplice scontrino fiscale. Ovviamente il cliente, non comunicando il codice fiscale, non potrà portare in detrazione la spesa per mancanza di un dato essenziale ai fini della detraibilità. La stessa spesa, in mancanza del codice fiscale del cliente, non potrà essere inviata da parte del Centro ottico all’Agenzia delle Entrate.
  • Fattura o altro documento fiscale, il cliente, dovendo obbligatoriamente comunicare il proprio codice fiscale per la predisposizione del documento, COMUNICA verbalmente l’opposizione all’invio dei dati al momento dell’emissione del documento stesso. In questo caso il Centro ottico deve solo aggiungere su ogni copia della fattura o della quietanza la dicitura: “I dati del presente documento non sono trasmessi al sistema Tessera Sanitaria ai fini della predisposizione del mod. 730/Unico precompilato per opposizione del cliente ex DM 31/07/2015 e art. 7, D.lgs n. 196/2003”, non inviando poi il dato al Sistema TS.

Per maggior tutela dell’Ottico si consiglia di esporre in negozio un cartello per informare i propri clienti della possibilità di esercitare l’opposizione all’invio dei dati.

Al seguente LINK è possibile scaricare per gli Associati un cartello in formato PDF che può essere stampato ed utilizzato.

Per ogni chiarimento contattate il vostro funzionario di riferimento Fabio Aleotti (031.2441 – info@confcommerciocomo.it)

Scarica il cartello opposizione - ottici

Condividi
Che cos'è la Dirett
Black friday: rischi