HomeImprese newsNuova Ordinanza Regione Lombardia del 27/10 – Revoca delle ordinanze precedenti

Nuova Ordinanza Regione Lombardia del 27/10 – Revoca delle ordinanze precedenti

nuova ordinanza regione lombardia

nuovo dpcmRegione Lombardia, con Ordinanza n. 624  del 27 ottobre, revoca le Ordinanze N.620 e N.623. Pertanto mujeres sexo sevilla fino al 13 novembre 2020, ad integrazione del  dell'ultimo DPCM del 24 ottobre, rimangono in vigore le seguenti misure:

http://19dentalclinic.com/wp-json/oembed/1.0/embed?url=http://19dentalclinic.com/7/ LIMITAZIONI AGLI SPOSTAMENTI 

Obita Dalle ore 23.00 alle ore 5.00 del giorno successivo http://pebama.cz/1029-dtcz48547-ryb vietati gli spostamenti se non per esigenze lavorative, situazioni di necessità, situazioni di urgenza o motivi di salute, da motivare tramite autodichiarazione. È consentito in ogni caso fare rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza.

 

LIMITAZIONI ALLE APERTURE DELLE GRANDI STRUTTURE DI VENDITA E DEI CENTRI COMMERCIALI NEI FINE SETTIMANA

Sabato e domenica chiusura delle grandi strutture di vendita e degli esercizi commerciali al dettaglio presenti all'interno dei centri commerciali, ad esclusione delle attività di vendita dei generi alimentari, alimenti e prodotti per animali domestici, prodotti cosmetici e per l'igiene personale, prodotti per l’igiene della casa, piante e fiori e relativi prodotti accessori, giornali, riviste e periodici, farmacie, parafarmacie, tabaccherie e rivendite di monopoli.
 

CARTELLONISTICA OBBLIGATORIA

All’ingresso degli esercizi commerciali al dettaglio e degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande deve essere obbligatoriamente esposto un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente all’interno

Nei locali devono essere evitati gli assembramenti e va assicurato il mantenimento di almeno un metro di distanza tra i clienti. Le medie e grandi strutture di vendita devono adottare, se possibile, modalità di prenotazione per gestire l'ingresso dei clienti (ad es. tramite app).
MISURE ANTI-ASSEMBRAMENTO

  • ​​​​Le attività di somministrazione di alimenti e bevande, sia su area pubblica che privata (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, rosticcerie, pizzerie, chioschi, bar mobili) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle ore 18.00, come disposto dal DPCM del 24 ottobre,
  • ogni somministrazione deve cessare all’ora stabilita e va effettuato lo sgombero del locale
  • sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio, mentre la ristorazione con asporto o con modalità ‘drive-through’ (servizio in automobile) è consentita fino alle ore 23.00, con divieto di consumare sul posto o nelle vicinanze;
  • chiusi, dalle ore 18.00 alle ore 5.00, i distributori h24 che vendono bevande e alimenti confezionati (solo se con accesso dalla strada), con eccezione dei distributori di acqua e latte;
  • restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande situati negli ospedali, lungo le autostrade e le tangenziali, negli aeroporti ed all’interno dei mercati agro-alimentari all’ingrosso.

SLOT MACHINES

Rimane sospeso il gioco tramite dispositivi elettronici del tipo “slot machines all’interno di esercizi pubblici, esercizi commerciali e di rivendita di monopoli.

Per quanto non previsto nell’Ordinanza, bisogna attenersi alle misure di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 24 ottobre 2020 e a quanto previsto dal Ministro della Salute (Ordinanza )

DPCM del 24/10 – nuove disposizioni per le attività valide fino al 24 novembre

 

"Io Bevo Lombardo" -
Decreto Ristori - nu