HomeFisco e LavoroNotifica atti e pagamento cartelle: ulteriore proroga

Notifica atti e pagamento cartelle: ulteriore proroga

notifica atti pagamento cartelle

A seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DL n. 7/2021 il Legislatore ha provveduto a consolidare un’u cuttingly lteriore proroga del termine iniziale e finale di notifica degli atti di accertamento/contestazione/irrogazione delle sanzioni, del http://edilerre.com/?kover=dolci-incontri-bakeka&654=ef termine di decadenza per la notifica degli atti di riscossione e del termine entro il quale effettuare il versamento delle relative somme http://pigmentgallery.es/?feldwer=duracion-vuelo-barcelona-dubai&bc2=8b per le quali è stata disposta la sospensione a causa dell’emergenza sanitaria.

Gli atti di accertamento, contestazione, irrogazione delle sanzioni, recupero dei crediti d’imposta, liquidazione e rettifica, per i quali i termini di decadenza erano ricompresi tra l’8 marzo 2020 ed il 31 dicembre 2020 ed emessi entro la stessa data, verranno notificati nel periodo compreso tra il 1° marzo 2021 e il 28 febbraio 2022.

mengibar dating agency Viene ulteriormente prorogato il termine anche per i seguenti atti e comunicazioni: Comunicazioni di irregolarità/avvisi bonari collegati ai controlli automatizzati; inviti all’adempimento in materia di liquidazioni periodiche Iva; atti di accertamento delle tasse automobilistiche. Tali atti saranno notificati, inviati o messi a disposizione nel periodo compreso tra il 1° marzo 2021 e il 28 febbraio 2022.

Sempre all’interno dello stesso DL è stato previsto che i termini di decadenza per la notifica delle cartelle di pagamento sono prorogati di 14 mesi. Tali cartelle sono riferibili: alle dichiarazioni presentate nell’anno 2018 per le somme che risultano dovute a seguito dell’attività di liquidazione; alle dichiarazioni dei sostituti d’imposta presentate nell’anno 2017; dichiarazioni presentate negli anni 2017 e 2018 per le somme che risultano dovute a seguito di controllo formale.

A seguito della modifica di quanto previsto dal DL Cura Italia sono inoltre sospesi i termini dei versamenti con scadenza ricompresa nel periodo 8 marzo 2020 e 28 febbraio 2021 derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione e gli avvisi di accertamento esecutivi. I versamenti dovranno essere effettuati entro il 31 marzo 2021. L’Agenzia delle Entrate e della riscossione ha previsto la possibilità di richiedere una dilazione ovvero effettuare il pagamento di quanto dovuto in unica soluzione.

Tale proroga non interessa il termine di versamento delle rate scadute nel 2020 riferibili alla rottamazione e al saldo e stralcio, le quali dovranno essere effettuate entro il 1° marzo 2021.

Gli uffici rimangono a disposizione per qualsiasi approfondimento in merito: 0312441 / fiscale@confcommerciocomo.it

 

Condividi
Bellagio diventa Bor
Nuove etichette ener