HomeFisco e LavoroLavoro newsEntrato in vigore il Decreto sulla “Semplificazione fiscale”

Entrato in vigore il Decreto sulla “Semplificazione fiscale”

decreto semplificazione fiscali

tasse2E' entrato in vigore lo scorso 13 dicembre il Decreto Legislativo n. 175 del 21 novembre 2014, recante disposizioni in materia di semplificazione fiscale. Segnaliamo alcune novità in materia di rapporti di lavoro.

Art. 2 - Trasmissione all'Agenzia delle Entrate delle certificazioni da parte dei sostituti d'imposta

E’ fissato al 7 marzo di ogni anno il termine entro il quale i sostituti d'imposta dovranno trasmettere all'Agenzia delle Entrate i dati relativi alle certificazioni uniche (CU - che sostituiranno dal prossimo anno i CUD). In caso di mancata, tardiva o errata trasmissione è prevista una sanzione di euro 100,00. Solo in caso di errata trasmissione la sanzione non si applica se il sostituto provvede ad inviare la certificazione unica corretta entro 5 giorni dalla scadenza del termine per la presentazione.

Art. 8 - Addizionali comunali e regionali all'Irpef

La norma prevede l'onere a carico delle Regioni e delle Province autonome di inviare i dati contenuti nei provvedimenti di variazione dell'addizionale regionale all'IRPEF, per la sua pubblicazione sul sito del Dipartimento delle Finanze, entro il 31 gennaio dell'anno a cui l'addizionale si riferisce.
Si stabilisce, inoltre, che l'acconto dell'addizionale comunale sia versato con la stessa aliquota dell'anno precedente, in quanto è abrogata la disposizione che consentiva ai Comuni di variare l'aliquota per l'acconto se la pubblicazione della delibera avveniva entro il 20 dicembre dell'anno precedente.

Art. 28 - Obblighi tributari

E’ abrogata la responsabilità solidale dell'appaltatore per il versamento all'erario delle ritenute sui redditi di lavoro dipendente dovute dal subappaltatore per le prestazioni effettuate nell'ambito del rapporto di subappalto. Eliminata anche la sanzione (da 5.000 a 200.000 euro) per il committente che, prima di pagare la fattura dell'appaltatore, non controlla il pagamento delle ritenute da parte di quest'ultimo e di tutti i subappaltatori.
Il comma 2, modifica l'articolo 29 del Decreto Legislativo n. 276/2003, in materia di appalti, prevedendo che, nei casi in cui il committente provveda al pagamento, questi sia tenuto, ove previsto, ad assolvere gli obblighi del sostituto di imposta.

Condividi
La Provincia di Como
Accordo Quadro ammor