HomeImprese newsEmergenza COVID-19: proroga stato di emergenza al 31 gennaio 2021 

Emergenza COVID-19: proroga stato di emergenza al 31 gennaio 2021 

emergenza covid

Con decreto-legge 7 ottobre 2020, n. 125 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 248 del 7 ottobre 2020 , è stato mangily prorogato dal 15 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021 lo stato di emergenza covid-19.

Quali altre misure sono previste nel Decreto in attesa del prossimo DPCM ?

Obbligo dispositivi di aplicaciones para conocer gente de sierra de fuentes protezione delle vie respiratorie anche all’aperto

Il decreto inserisce con effetto immediato l’ mujeres solteras latinas buscando pareja en naples obbligo di avere sempre con se dispositivi di protezione delle vie respiratorie, prevedendone l’obbligatorietà dell'utilizzo nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all'aperto ad eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze, sia possibile garantire una situazione di isolamento nei confronti di altre persone non conviventi.

Esclusi dall’obbligo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie:  i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva; i bambini di età inferiore ai sei anni;  i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina, nonchè coloro che, per interagire con i predetti, versino nella stessa incompatibilità

Sono fatti salvi i protocolli e linee-guida anti-contagio previsti per le attività economiche, produttive, amministrative e sociali.

loose Misure a livello regionale

Viene circoscritta la possibilità per le Regioni di adottare misure ampliative, rispetto a quelle disposte a livello nazionale, nei soli casi in cui sia espressamente previsto nei Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri e d’intesa con il Ministro della Salute. Resta salva la possibilità di adottare invece misure più restrittive.

Proroghe al 31 dicembre 2020 dei termini previsti dal decreto legge 30 luglio 2020

Smart working

  • termine per l’esercizio del diritto a svolgere la prestazione in smart-working per i lavoratori disabili o che abbiano nel proprio nucleo familiare una persona con disabilità, per i lavoratori immunodepressi e per i familiari conviventi di persone immunodepresse, nonché per il riconoscimento della priorità allo svolgimento di smart-working per i lavoratori affetti da gravi patologie con ridotta capacità lavorativa;
  • termine per l’esercizio del diritto a svolgere la prestazione in smart-working per i lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio da virus SARS-CoV-2, nonché per l’invio semplificato della comunicazione telematica del lavoro agile,

Continuità operativa del sistema di allerta COVID

L‘applicazione “Immuni” che tutti i cittadini sono caldamente invitati a scaricare, viene ulteriormente potenziata. Al fine di allertare le persone che siano entrate in contatto stretto con soggetti risultati positivi e tutelarne la salute, ai servizi della piattaforma si aggiunge ora quello dell’interoperabilità con analoghe piattaforme dell’Unione europea che abbiano la stessa finalità, previa la valutazione sulla protezione dei dati.

Casa integrazione

Proroga dei termini in materia di nuovi trattamenti di cassa integrazione ordinaria, assegno ordinario e cassa integrazione in deroga 

Il provvedimento dispone la proroga al 31 ottobre 2020 dei termini previsti per l’invio delle domande di accesso ai trattamenti di integrazione salariale COVID-19 e di trasmissione dei dati necessari per il pagamento o per il saldo degli stessi, in scadenza entro il 31 agosto 2020 ed il 30 settembre 2020.

Linee guida attività economiche

Per quanto riguarda le linee guida delle attività economiche in Lombardia, fino al 15 ottobre rimangono in vigore le disposizioni allegate all’ordinanza n. 604 del 10 settembre  

 

Condividi
Filiera turismo: 10
Bandi per favorire l