HomeImprese newsDirettive e calendario 2019 per le limitazioni alla circolazione dei veicoli pesanti fuori dai centri abitati

Direttive e calendario 2019 per le limitazioni alla circolazione dei veicoli pesanti fuori dai centri abitati

geolocalizzazione veicoli

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha diffuso il calendario e le direttive per i divieti di circolazione nel 2019 dei veicoli pesanti fuori dai centri abitati.

Significative le novità introdotte quest'anno, tra le quali si segnalano, in particolare:

• L'introduzione di disposizioni più favorevoli per la durata dei divieti di circolazione (ritardi dell'entrata in vigore e anticipazione del termine) per i trasporti aventi origine/destinazione nel porto di Genova;
• L'ampliamento dei nodi logistici intermodali che beneficiano dell'anticipo di 4 ore della fine del divieto di circolazione;
• L'estensione dell'esenzione dai divieti di circolazione per tutti i veicoli impegnati in trasporti intermodali strada-mare, diretti ai porti per utilizzare le tratte marittime comprese nel cosiddetto "marebonus" (dm 31/01/2017) indipendentemente dalla natura nazionale o internazionale del tragitto;
• Una più rigorosa disciplina delle autorizzazioni alla circolazione in deroga;
• Una modifica della disciplina dei divieti di circolazione per i trasporti in regime ADR.

L'art. 9 del Decreto disciplina le condizioni per la circolazione in deroga ai divieti che, per motivi di assoluta e comprovata necessità e urgenza le Prefetture possono autorizzare secondo le circostanziate modalità e le procedure disciplinate ai successivi artt. 10 e 11 del Decreto.
In particolare, potrà essere autorizzata la circolazione in deroga per:
• Trasporto di prodotti agricoli diversi da quelli in precedenza indicati tra le esenzioni, al fine di evitarne il deterioramento, a condizione che tali esigenze siano riferibili a situazioni particolari, debitamente documentate, temporalmente e spazialmente limitate e quantitativamente definite;
• Trasporto di alimenti destinati agli animali da allevamento, con veicoli diversi da quelli indicati in precedenza tra le esenzioni, al fine di consentirne il continuo approvvigionamento, a condizione che tali esigenze siano riferibili a situazioni particolari debitamente documentate, temporalmente e spazialmente limitate e quantitativamente definite;
• Trasporto di materiali e attrezzature diretti o provenienti da cantieri edili per la realizzazione di opere di interesse nazionale, destinati a specifiche attività e lavorazioni, che per le loro particolari caratteristiche o per le tecnologie utilizzate, richiedono necessariamente un approvvigionamento o uno smaltimento in continuo dei suddetti materiali e attrezzature;
• Trasporto di prodotti dell'industria a ciclo continuo, qualora i sistemi produttivi e l'organizzazione della filiera di distribuzione richiedano necessariamente l'immediato trasferimento di tali prodotti;
• Circolazione di veicoli utilizzati per lo svolgimento di fiere e mercati, a condizione che sia presentata idonea documentazione attestante la necessità della circolazione nei periodi di vigenza del divieto;
• Circolazione dei veicoli utilizzati per lo svolgimento di spettacoli dal vivo e manifestazioni sportive, a condizione che sia presentata idonea documentazione attestante la necessità della circolazione durante i divieti;
Federazione Italiana Venditori Ambulanti e su aree pubbliche
• Circolazione di veicoli eccezionali o in condizioni di eccezionalità, (art. 10 del C.d.S.), limitatamente a specifiche autorizzazioni per viaggi singoli, il cui transito non possa essere programmato al di fuori del periodo di vigenza del divieto, od eventualmente non possa essere interrotto;
• Circolazione di veicoli provenienti dall'estero esclusivamente per il raggiungimento di aree attrezzate per la sosta o autoporti, siti in prossimità della frontiera;
• Altri casi di comprovata e assoluta necessità e urgenza di trasporti di merci, necessarie a soddisfare emergenze particolari e specifiche.

Per il calendario e le disposizioni diverse e particolari si rinvia alla lettura dell’allegato Decreto

SCARICA IL DECRETO

Condividi
Negozi alimentari: c
ISA: approvati 106 n