HomeImprese newsDecreto Natale – le disposizioni fino al 6 gennaio 2021

Decreto Natale – le disposizioni fino al 6 gennaio 2021

spostamenti feste natale

spostamenti feste natalePubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del 18 dicembre, contente le disposizioni valide durante il periodo Natalizio como conseguir citas en internet fino al 6 gennaio 2021 su tutto il territorio nazionale.

Nei giorni  conocer chicas de los angeles 24-25-26-27-31 dicembre 2020 e 1-2-3-5-6 gennaio 2021 si applicano le disposizioni valide per le “zone rosse”.

Nei giorni https://lucashigino.com.br/3135-dtpt30929-perguntas-para-conhecer-novos-amigos.html 28-29-30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021 si applicano le disposizioni valide per le http://pria.es/?vekortreygolnika=sexo-gay-en-vivo-gratis&2db=c0 “zone arancioni”.

SPOSTAMENTI

Dal 21 dicembre al 6 gennaio confermato il divieto di spostamento in entrata e in uscita verso altre regioni o province autonome. Consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra Regione o Provincia autonoma e, nelle giornate del 25 e 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021, anche ubicate in altro Comune.

ZONA ARANCIONE (28-29-30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021)

Si agli spostamenti nel proprio comune, attività di ristorazione aperte solo per servizio asporto e consegna a domicilio, attività commerciali aperte 

Spostamenti consentiti all’interno del  proprio Comune e dai comuni con popolazione non superiore a 5000 abitanti, per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia. Dopo le ore 22 e fino alle 5 sono vietati tutti gli spostamenti, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Per giustificare gli spostamenti verso altre regioni o comuni diversi da quello di residenza, domicilio o abitazione, così come per gli spostamenti notturni, sarà necessario esibire apposita  autodichiarazione.

Attività dei servizi di ristorazione:  bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie potranno effettuare asporto fino alle ore 22.00  con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.

Attività commerciali al dettaglio: i negozi rimarranno aperti, nel rispetto del distanziamento e degli ingressi dilazionati. Non sono previste limitazioni alle categorie di beni vendibili.

ZONA ROSSA (24-25-26-27-31 dicembre  e 1-2-3-5-6 gennaio 2021)

Spostamenti solo con autocertificazione, attività di ristorazione aperte solo per servizio asporto e consegna a domicilio, attività commerciali chiuse 

Spostamenti: vietati  in entrata e in uscita dal territorio regionale, verso un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione e gli spostamenti all’interno del comune stesso, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute per i quali sarà necessario esibire apposita autodichiarazione. Consentita la visita a parenti ed amici dalle 5.00 alle 22.00, una sola volta al giorno e verso una sola abitazione nella stessa regione,  nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle già conviventi, oltre ai minori di anni 14 e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

Attività dei servizi di ristorazione: bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie potranno effettuare asporto fino alle ore 22.00  con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.

Attività commerciali al dettaglio: chiusi  i negozi sia di vicinato che nelle medie e grandi strutture di vendita. Rimangono aperti: negozi di generi alimentari, edicole, tabaccai, farmacie, parafarmacie e le altre attività di vendita individuate nell’allegato 23

MISURE DI PREVENZIONE

Sull'intero territorio nazionale è obbligatorio avere sempre con sé i dispositivi di protezione delle vie respiratorie e indossarli:

  • nei luoghi al chiuso diversi dalla propria abitazione;
  • in tutti i luoghi all'aperto, ad eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi sia garantito il distanziamento da altre persone non conviventi. Non è obbligatorio l’uso della mascherina nemmeno per coloro che svolgono attività sportiva.

È fortemente raccomandata la rilevazione della temperatura nei confronti dei clienti/utenti di attività economiche e sociali e di servizi pubblici, prima dell’accesso.

Si raccomanda di non ricevere a casa persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza.

 

 

 

POST TAGS:
Condividi
Sicurezza alimentare
Alberghi - important