HomeFisco e LavoroCredito d’imposta librerie 2018

Credito d’imposta librerie 2018

book-libri-

book-libri-La Legge n.205 del 27 dicembre 2017 commi 319-321 ha riconosciuto a decorrere dall'anno 2018, agli esercenti che operano nella vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati con codice ATECO principale 47.61 o 47.79.1, un credito di imposta.
Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, di concerto con il Ministero dell’Economia e  delle Finanze, ha firmato il Decreto interministeriale contraddistinto al numero di repertorio 215 recante: “Disposizioni applicative in materia di credito di imposta per gli esercenti di attività commerciali, che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri, di cui all’art. 1, comma 319 e seguenti, della legge 27 dicembre 2017, n. 205” pubblicato in Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n.130 del 7 giugno 2018.

Come per l’anno precedente il credito è riservato a coloro che vendono al dettaglio in esercizi specializzati ed è utilizzabile in compensazione tramite F24.

Il credito d'imposta è parametrizzato, con riferimento al singolo punto vendita e riferito alle seguenti voci:

  1. imposta municipale unica - IMU;
  2. tributo per i servizi indivisibili - TASI;
  3. tassa sui rifiuti - TARI;
  4. imposta sulla pubblicità;
  5. tassa per l'occupazione di suolo pubblico;
  6. spese per locazione, al netto IVA;
  7. spese per mutuo;
  8. contributi previdenziali e assistenziali per il personale dipendente.

Le voci sono da riferirsi agli importi dovuti nell'anno precedente la richiesta di credito di imposta.

Per ciascuna delle voci è stabilito un massimale di costo, ai fini della parametrizzazione del credito di imposta teorico spettante.

Le richieste per il tax credit librerie relative al 2018 possono essere presentate dal 3 giugno 2019 e fino alle ore 12.00 del 30 settembre 2019 tramite l’apposito portale.

Condividi
Un nuovo layout per
Rimborsi Iva: alcuni