HomeFinanziamentiContributo per le attività nei Centri Storici e Fondo Ristorazione

Contributo per le attività nei Centri Storici e Fondo Ristorazione

fondo ristorazione

CONTRIBUTO CENTRI STORICI 

Da mercoledì 18 novembre 2020 a giovedì 14 gennaio 2021 potrà essere presentata istanza di contributo per le attività nei Centri Storici mediante il servizio web disponibile nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” del sito Agenzia delle Entrate. La domanda potrà essere trasmessa direttamente dal richiedente o tramite un intermediario abilitato.

Si ricorda che:

  • beneficiari sono gli esercenti attività di impresa di vendita di beni o servizi al pubblico, svolte nelle zone “A” o equipollenti degli enti territoriali individuati dall’allegato “Elenco Comuni” alle istruzioni di compilazione dell’istanza;
  • il contributo spetta se l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi riferito al mese di giugno 2020 è inferiore ai 2/3 dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del corrispondente mese del 2019;
  • l’agevolazione corrisponde ad un importo non inferiore a 1.000 euro per persone fisiche e a 2.000 euro per soggetti deversi; detti importi sono riconosciuti a coloro che hanno iniziato l’attività a partire dal 1°luglio 2019 nelle zone sopra indicate;
  • l’ammontare del contributo non può essere in ogni caso superiore a 150.000 euro;
  • la misura non è cumulabile con quella prevista per le imprese della ristorazione, che possono scegliere solo una delle due.

ASSISTENZA PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 

Confcommercio Como mette a disposizione degli associati i propri Uffici per l’assistenza, la compilazione e la trasmissione dell’istanza per il contributo riservato alle attività del centro storico Città di Como. Per informazioni contattare i nostri uffici al 0312441 (rif. Valentina Acquavita) o scrivere a info@confcommerciocomo.it

FONDO RISTORAZIONE

Da Lunedì 16 novembre e sino a sabato 28 novembre prossimo potrà essere trasmessa la domanda di contributo sul fondo per la ristorazione sia telematicamente tramite il “Portale della ristorazione” sia depositando manualmente l’istanza presso gli sportelli di Poste Italiane.

I beneficiari sono i seguenti codici ATECO:

  • 56.10.11 ristorazione con somministrazione
  • 59.29.10 mense
  • 56.29.20 catering continuativo su base contrattuale
  • 56.10.12 attività di ristorazione connesse alle aziende agricole
  • 56.21.00 catering per eventi
  • 55.10 alberghi (limitatamente alla somministrazione di cibo);

Rammentiamo che:

il contributo è riconosciuto per gli acquisti, effettuati dopo il 14 agosto 2020 e comprovato da idonea documentazione fiscale, di prodotti di filiere agricole e alimentari, inclusi quelli vitivinicoli, anche DOP e IGP, che valorizzano la matria prima del territorio e per quelli ad alto spreco alimentare;

il soggetto beneficiario è tenuto all’acquisto di almeno tre differenti tipologie di prodotti agricoli e alimentari e il prodotto principale non può superare il 50% della spesa totale sostenuta e documentata;

il contributo non può mai essere superiore all’ammontare complessivo degli acquisti, che a sua volta non può essere inferiore a 1.000 euro, né superiore a 10.000 euro, in entrambi i casi al netto dell’IVA.

Alla domanda devono essere allegati:

  • copia del versamento dell’importo di euro 30,00, quale costo del servizio a carico del richiedente;
  • fotocopia dei documenti fiscali certificanti gli acquisti e i relativi documenti di trasporto;
  • dichiarazione sostitutiva di certificazione della persona che ha presentato domanda quale legale rappresentante dell’impresa;
  • visura camerale in corso di validità;
  • eventuali quietanze associate ai documenti fiscali;
  • copia del documento di identità.

Il richiedente può effettuare domanda per ogni partita IVA di cui è rappresentante legale.

 

 

Condividi
Patenti di guida: so
Zurich: polizza sani