HomeFisco e LavoroCessione di prodotti ortofrutticoli: quando inserire la dicitura B.N.D.O.O.

Cessione di prodotti ortofrutticoli: quando inserire la dicitura B.N.D.O.O.

Frutta
Frutta

Frutta

Le imprese che, a valle della produzione primaria, effettuano la commercializzazione di prodotti ortofrutticoli sono tenute all’iscrizione nella Banca Nazionale degli Operatori Ortofrutticoli (B.N.D.O.O.).
Per i dettaglianti (esercizi specializzati in frutta e verdura, ambulanti) è previsto l’esonero dall’iscrizione se, nell’anno precedente, hanno realizzato un volume d’affari annuo inferiore a € 60.000.
Per le imprese che superano il limite stabilito, oltre all’iscrizione, resta l’obbligo di riportare, sia sul DDT che sulle fatture di vendita, il proprio numero di posizione, con la dicitura “B.N.D.O.O.” seguita dal codice attribuito. Per chi è esonerato, la dicitura da riportare sarà: “B.N.D.O.O. esonerato ai sensi del DM 03/08/2011 n. 5462”.

Condividi
IMU – TASI Acconto
Fatturazione Elettro