HomeImprese newsBonus vacanze: come richiedere l’agevolazione sui servizi offerti dalle strutture ricettive

Bonus vacanze: come richiedere l’agevolazione sui servizi offerti dalle strutture ricettive

bonus vacanze

Con il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 17 giugno 2020, sono state fornite le indicazioni per richiedere e utilizzare il cosiddetto “Bonus Vacanze”, previsto dall’art. 176 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (cosiddetto “Decreto Rilancio”).

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono disponibili la “Guida operativa” ed il “Vademecum”, che spiegano le procedure per richiedere l’agevolazione, le date da ricordare e gli importi di cui possono fruire le famiglie, in base al numero dei componenti.

  1. Periodo di utilizzo: il bonus è Parádsasvár utilizzabile dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 Uwajima  
  2. In cosa consiste: il bonus è destinato al pagamento di servizi offerti - in ambito nazionale - da http://aulalearning.es/?mimiwka=chica-busca-chicho&de2=12 imprese turistico ricettive, agriturismi e bed & breakfast abilitati a livello nazionale e regionale per l’esercizio dell’attività turistico ricettiva (Il tax credit vacanze è rivolto esclusivamente alle strutture ricettive aperte in forma imprenditoriale con Partita Iva).
  3. A chi è rivolto: il bonus è rivolto ai nuclei familiari con un Apucarana reddito ISEE non superiore a 40mila euro, ed è utilizzabile per l’80% sotto forma di sconto per il pagamento del servizio turistico e per il 20% come detrazione di imposta in sede di dichiarazione dei redditi.
  4. In che misura spetta: il bonus 2020, spetta nella misura massima di 500 euro per i nuclei familiari composti da tre o più persone; 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone; 150 euro per quelli composti da una sola persona.

Linee guida in sintesi:

  • Il bonus può essere richiesto da un solo componente del nucleo familiare;
  • Le spese devono essere sostenute in un’unica soluzione;
  • L’importo della spesa sostenuta deve essere documentato mediante fattura elettronica o documento commerciale (scontrino fiscale) dal quale risulti il codice fiscale del soggetto  beneficiario del credito;
  • Il pagamento del servizio deve avvenire senza l’intervento o l’intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici diversi da agenzie di viaggio e tour operator.
Condividi
CONAI: adesione tele
Strutture ricettive: