HomeFinanziamentiBando voucher digitali I4.0 e sostegno alle imprese turistiche

Bando voucher digitali I4.0 e sostegno alle imprese turistiche

asconfidi lombardia

Rating di legalitàLa CCIAA Como-Lecco ha stanziato con il Bando voucher digitali I4.0,  244.000 euro a favore delle MPMI di tutti i settori, con riserva di euro 100.000,00 destinati a finanziare gli interventi proposti dalle imprese della filiera del Turismo, aventi i seguenti codici ATECO:

  • 55 Alloggio;
  • 56 Attività dei servizi di ristorazione;
  • 79 Attività dei servizi delle agenzie di viaggio, dei tour operator e servizi di prenotazione e attività connesse; 90 Attività creative, artistiche e di intrattenimento;
  • 91 Attività di biblioteche, archivi, musei ed altre attività culturali;
  • 93 Attività ricreative e di divertimento;
  • 49.3 Altri trasporti terrestri di passeggeri;
  • 50.3 Trasporto di passeggeri per vie d’acqua interne;
  • 51.1 Trasporto aereo di passeggeri.

Non possono presentare domanda le imprese assegnatarie dei contributi del bando “Voucher Digitali I4.0 2019” e del bando "Contributi a favore della digitalizzazione delle imprese della filiera turistica e ricettiva 2019", promossi dalla Camera di Commercio di Como-Lecco.

Il bando sostiene la realizzazione di progetti che prevedono l’adozione di una o più soluzioni tecnologiche o sistemi digitali, finalizzate a introdurre innovazioni nei processi produttivi, logistici, organizzativi e commerciali nei seguenti ambiti tecnologici:

  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • prototipazione rapida;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security e business continuity;
  • big data e analytics;
  • intelligenza artificiale;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • simulazione e sistemi cyberfisici;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  • · soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
  • connettività a Banda Ultralarga;
  • altre soluzioni e sistemi basati su tecnologie coerenti con i paradigmi di Impresa4.0, non elencati ai punti precedenti:
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  • sistemi fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
  • programmi di digital marketing.

Sono ammissibili le spese per:

a) servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle sopra indicate; tali spese devono rappresentare almeno il 50% delle spese ammissibili;

b) acquisto di beni e servizi strumentali, nel limite massimo del 50% delle spese ammissibili, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti sopra elencate.

Tutte le spese possono essere sostenute a partire dal 1° gennaio 2020 fino al 120° giorno successivo alla data di comunicazione all’impresa del provvedimento di concessione.

L’agevolazione sarà accordata sotto forma di voucher e l’entità massima non potrà superare il 50% delle spese ammissibili. L’importo minimo di investimento previsto è pari a 3.000 euro e quello massimo del contributo è di 7.000 euro, ridotto a 5.000 per le imprese appartenenti alla filiera turistica.

Gli aiuti in argomento sono cumulabili per gli stessi costi ammissibili con:

  • altri aiuti di cui al “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del Ccovid-19”;
  • gli aiuti di cui ai regolamenti de minimis o concessi ai sensi di un regolamento di esenzione a condizione che siano rispettate le disposizioni e le norme relative al cumulo previste da tali regolamenti.

Le domande dovranno essere presentate dalle ore 8:00 del 10 settembre alle ore 21:00 del 10 ottobre 2020 tramite la piattaforma Webtelemaco.

Trattasi di una procedura valutativa a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

Condividi
Revisione dei criter
Le gemme del lago di