HomeFinanziamentiBando per l’innovazione delle filiere di economia circolare – criteri attuativi

Bando per l’innovazione delle filiere di economia circolare – criteri attuativi

bando filiere lombarde

“Attuazione degli interventi” questo il titolo della terza fase con cui si apre l’iniziativa regionale volta a promuovere e riqualificare le filiere lombarde. Il bando sarà presumibilmente pubblicato entro la metà del mese di dicembre ed è aperto anche a quelle MPMI, in forma singola o aggregata, che non abbiano in precedenza partecipato. Gli interventi agevolabili sono:

  • innovazione di prodotto e processo in tema di utilizzo efficiente delle risorse, impiego di sottoprodotti in cicli produttivi, riduzione produzione rifiuti e riuso dei materiali;
  • progettazione e sperimentazione di modelli tecnologici integrati finalizzati al rafforzamento della filiera;
  • sperimentazione e applicazione di strumenti per l’incremento e la durata di vita dei prodotti ed il miglioramento del loro riuso e della loro riciclabilità;
  • implementazione di strumenti e metodologie per l’uso razionale delle risorse naturali.

L’investimento minimo previsto è pari a 40.000 euro e l’importo massimo concedibile è di 80.000 euro per progetto. L’intensità dell’agevolazione corrisponde al 40% dei costi ammissibili. Quest’ultimi devono riferirsi a: consulenza; investimenti in attrezzature tecnologiche; assistenza e costi di acquisizione delle certificazioni ambientali e tecniche; servizi e tecnologie per l’ingegnerizzazione di software e hardware; materiali e forniture strumentali alla realizzazione del progetto; spese per la tutela della proprietà industriale e per il personale dell’azienda. Soggetto gestore è Unioncamere Lombardia tramite le Camere di Commercio territoriali. I migliori progetti presentati che superano l’istruttoria amministrativo-formale saranno poi vagliati da un Nucleo di valutazione tecnica sulla base dei seguenti macro-criteri, che verranno meglio declinati nel bando attuativo: scalabilità del progetto; innovatività e potenziale effetto leva; rappresentatività del progetto e relazioni esterne; piano economico finanziario e di marketing; qualità del team. Al punteggio conseguito potranno aggiungersi ulteriori punti di premialità per: possesso rating legalità; partecipazione con esito positivo alle precedenti fasi 1 e 2; progetti che riguardino prodotti e servizi che ricadono nelle categorie individuate con i CAM (Criteri Ambientali Minimi) etc...

Non appena il bando sarà pubblicato, sarà nostra cura darvene comunicazione.

Condividi
Lullaby Fashion Musi
Operazione "Saldi Ch