HomeFinanziamentiAvviso pubblico per l’adozione di piani aziendali di Smart Working

Avviso pubblico per l’adozione di piani aziendali di Smart Working

smart working decreto attuativo

In queste ultime settimane si è spesso sentito parlare di lavoro agile per permettere la prosecuzione delle attività lavorative anche in una situazione di emergenza come quella che stiamo attraversando. Dal 2014 ad oggi il nostro Legislatore ha regolamentato questa modalità di lavoro subordinato e alcuni datori di lavoro sono riusciti ad erogare un servizio di qualità grazie alle nuove tecnologie informatiche, che ci permettono la condivisione di attività e di progetti. La nostra Regione già nell’aprile 2016 aveva approvato le linee guida per le azioni a sostegno dello smart working e a dicembre dello scorso anno aveva stanziato un importo pari a 9 ml di euro per l’adozione e l’attuazione di questa diversa modalità di lavoro. L’iniziativa si è ora concretizzata in un bando, pubblicato lo scorso 20 febbraio sul Burl, che prevede per i datori di lavoro iscritti alla CCIAA o con una partiva IVA, aventi sedi operative in Lombardia e con almeno tre dipendenti, la possibilità di ottenere un voucher da destinarsi:

  • A) per servizi di consulenza e formazione
  • B) per l’acquisto di strumenti tecnologici, destinati i primi all’adozione e i secondi all’attuazione di un piano di smart working.

L’agevolazione è concessa a fondo perduto, mentre il voucher varia in base al numero dei dipendenti occupati nelle sedi operative ed è fruibile all’interno dei seguenti massimali:

Le domande, corredate dei rispettivi allegati, potranno essere presentate a decorre dalle ore 12:00 del prossimo 2 aprile obbligatoriamente in forma telematica all’indirizzo: www.bandi.servizirl.it

Condividi
Prorogati i termini
Ristoranti: linee gu