HomeFinanziamentiApprovati i criteri per il sostegno del sistema produttivo vinicolo di qualità e per gli operatori della ristorazione

Approvati i criteri per il sostegno del sistema produttivo vinicolo di qualità e per gli operatori della ristorazione

produzione vitivinicola di qualità

vino-dichiarazione giacenza viniLa Giunta Regionale nella seduta dello scorso 5 agosto ha approvato una misura che prevede la manifestazione d’interesse per i produttori/imbottigliatori dei vini lombardi di qualità e l’erogazione di voucher ai ristoratori lombardi. La dotazione finanziaria ammonta a complessivi 3ml di euro.

Tale regime è rivolto alle produzioni di qualità Dop, Dogc e Igp negli areali dove non sono presenti Dop (Terre Lariane, Valcamonica e Ronchi Varesini) ed ha lo scopo di costituire un elenco di fornitori di vini di qualità, disposti a ricevere un numero di voucher proporzionale agli ettolitri imbottigliati nel 2019, al fine di favorire l’offerta di vini di qualità al consumatore attraverso gli operatori della ristorazione che parteciperanno all’iniziativa.

Gli interessati dovranno presentare domanda di adesione in modalità telematica. La manifestazione d’interesse per le cantine e gli imbottigliatori dei vini verrà pubblicata entro il 18 settembre 2020, mentre l’elenco con i relativi quantitativi acquistabili con voucher entro il 23 ottobre successivo.

Ciascun produttore/imbottigliatore avrà diritto a ricevere un numero di voucher secondo la sua capacità produttiva: fino a 100 hl massimo n. 6; da 100 a 500 hl massimo n. 20; oltre i 500 hl massimo n. 40. Qualora non vengano assegnati tutti i voucher disponibili, il numero restante verrà ripartito tra tutti quelli che hanno aderito all’iniziativa sulla base delle domande valutate in ordine cronologico di adesione alla manifestazione di interesse.

Il produttore/imbottigliatore, che ha aderito, dovrà vendere il vino di qualità al prezzo di mercato in un'unica soluzione, apponendo sui documenti amministrativi (ordine e fattura) richiesti la dicitura “Adesione all’iniziativa dei cui alla DGR n. 3486 del 5 agosto 2020” ed il codice del voucher. Il valore di quest’ultimo può rappresentare fino a un massimo del 60% della fornitura ed andrà utilizzato verso un solo fornitore/pubblico esercizio. Il produttore/imbottigliatore non potrà in alcun caso accettare più del numero di voucher che gli sono stati assegnati sulla base della manifestazione di interesse.

L’intervento a favore degli operatori della ristorazione con codice Ateco 56.10.11 si concretizza nella concessione di massimo due voucher a fondo perduto del valore di 250 euro per ciascuno, da utilizzare per l’acquisto di vino di qualità in bottiglia presso produttori/imbottigliatori selezionati mediante i criteri sopra individuati fino alla copertura massima del 60% della fornitura. Il vino acquistato dovrà essere illustrato ai clienti come prodotto di qualità del territorio secondo le modalità ritenute più opportune da parte di ciascun operatore della ristorazione che, nel contempo, dovrà comunicare il codice dell’agevolazione al venditore aderente all’iniziativa. Le domande di richiesta del contributo dovranno pervenire esclusivamente in modalità telematica e l’assegnazione avverrà con procedura “a sportello” con prenotazione delle risorse secondo l’ordine cronologico di invio telematico della richiesta. L’operatore della ristorazione contatterà il produttore/imbottigliatore e si accorderanno per la fornitura. L’emissione dell’ordine/fattura andrà trasmessa a cura dell’imbottigliatore a Unioncamere Lombardia, ente gestore della misura. L’impresa al momento della presentazione della domanda indicherà dove intende spendere in voucher e potrà inserire fino a un massimo di cinque preferenze. A seguito della chiusura della finestra di presentazione delle istanze si provvederà ad assegnare il voucher, considerando l’ordine cronologico di arrivo e le preferenze indicate sulla base delle disponibilità.

Nelle prossime settimane Unioncamere Lombardia pubblicherà il bando con le modalità di richiesta dei voucher, si invitano, pertanto, tutti gli interessati a tenere monitorato il sito dell’ente.

Condividi
Selvatica 2020: torn
InBuyer turismo - B2